LezioniDiMatematica.net

 

 
Torna alla Home page del sitoIscriviti alla nostra newsletter per essere informato sugli aggiornamenti del sitoContattaci       
   

   
   

 

OMOTETIA di un TRIANGOLO e di altre FIGURE PIANE

 



Per comprendere  

 

Concludiamo, con questa lezione, il nostro esame delle OMOTETIE facendo alcune ulteriori rifessioni che riguardano i TRIANGOLI in particolare e, più in generale, tutte le FIGURE PIANE.

 

 

Disegniamo il triangolo F e il triangolo F' omotetico di F rispetto al centro O e di rapporto 2:

Omotetia di un triangolo

 

 

Innanzitutto diciamo che, nell'immagine sopra, abbiamo omesso di disegnare le rette passani per i punti OA, OB e OC semplicemente per rendere più semplice il disegno e permettere di cogliere, con più facilità, le relazioni che andremo ad illustrare.

 

La prima osservazione che possiamo fare è che il triangolo F' è SIMILE al triangolo F: in altre parole i due triangoli hanno la stessa forma.

 

La seconda osservazione da fare è che il triangolo F' ha i LATI PARALLELI rispetto ai lati del triangolo F:

  • A'B' è parallelo ad AB;
  • B'C' è parallelo ad BC;
  • C'A' è parallelo a CA.

Omotetia di un triangolo

 

 

Ora andiamo a misurare l'ampiezza degli ANGOLI dei due triangoli e noteremo che essi sono CONGRUENTI a due a due.

Omotetia di un triangolo

 

 

Adesso osserviamo i LATI dei due triangoli: già ad occhio possiamo dire che essi non sono conguenti, ma se li misuriamo notiamo che:

  • A'B' è il doppio di AB;
  • B'C' è il doppio di BC;
  • C'A' è il doppio di CA.

Omotetia di un triangolo

 

 

Ricordiamo che, nel disegnare il triangolo F' avevamo posto il rapporto di omotetia uguale a 2. Quindi, in maniera più generale si può dire che, nell'omotetia di un triangolo, i LATI di un triangolo sono uguali al PRODOTTO tra il corrispondente lato dell'altro triangolo e il valore assoluto di k.

 

 

 

Infine notiamo la relazione esistente tra le AREE dei due triangoli.

Misuriamo base ed altezza dei triangoli disegnati e calcoliamo le rispettive aree: noteremo che l'area del triangolo F' è uguale a al PRODOTTO tra l'area del triangolo F e il valore di k2.

Omotetia di un triangolo

 

 

 

Negli esempi che abbiamo fatto sopra abbiamo sempre disegnato delle omotetie DIRETTE, ma quanto abbiamo visto vale anche in caso di omotetie INVERSE: lasciamo a voi effettuare i disegni per verificarlo.

Inoltre, negli esempi visti prima abbiamo sempre disegnato dei triangoli, ma quanto detto vale per TUTTE le FIGURE PIANE: provate voi a verificarlo.

 

 

 

Lezione precedente - Lezione successiva

Indice argomenti sulle trasformazioni geometriche

 

Per comprendere

Tutte le altre lezioni sulle trasformazioni geometriche

 

 

 
 
Lezioni, Esercitazioni e Approfondimenti di matematica e geometria

MATEMATICA:

GEOMETRIA:

GEOMETRIA ANALITICA:

 

 

 
 
www.SchedeDiGeografia.net

wwwStoriaFacile.net

www.EconomiAziendale.net

www.DirittoEconomia.net

www.LeMieScienze

www.MarchegianiOnLine.net

 

 

Il significato dei principali simboli usati in matematica e geometria
 

 

Altro materiale presente presente su LezioniDiMatematica.net
Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681