LezioniDiMatematica.net

 

 
Torna alla Home page del sitoIscriviti alla nostra newsletter per essere informato sugli aggiornamenti del sitoContattaci       
   

   
   

 

OMOTETIA INDIRETTA

 



Per comprendere  

 

Nelle lezioni precedenti abbiamo parlato di omotatia diretta. Ora, invece, ci occuperemo della OMOTETIA INDIRETTA, detta anche INVERSA. Vediamo di cosa si tratta.

 

 

Fissiamo, su un piano α (che si legge alfa), due punti: il punto O e il punto P.

Omotetia inversa

 

 

 

Ora prendiamo un numero reale k, tale che esso sia NEGATIVO e DIVERSO DA ZERO. In altre parole esso dovrà essere

 

k < 0.

 

Ad esempio poniamo

k = -2.

 

 

 

Ora disegniamo la retta r passante per i punti O e P.

Omotetia inversa

 

 

 

Stabiliamo la distanza OP. Ora dobbiamo staccare sulla retta r, un punto P', tale che la la distanza OP' sia uguale a k volte OP.
Ma come facciamo dato che k è un numero negativo?

 

Facciamo in modo che il rapporto tra OP' ed OP sia uguale al VALORE ASSOLUTO di k, mentre prendiamo il punto P' dalla PARTE OPPOSTA rispetto al punto P.

 

 

Quindi, dato che nel nostro caso abbiamo posto

k = -2

il valore assoluto di k è uguale a

|k| = |-2| = 2.

 

 

Quindi, la distanza OP' deve essere 2 volte la distanza OP, mentre il punto P' dovrà essere preso dalla PARTE OPPOSTA rispetto al punto P.

Omotetia inversa

 

 

 

Omotetia inversa

 

 

 

Quella che abbiamo appena visto è una OMOTETIA INDIRETTA, detta anche INVERSA.

 

 

Quindi, possiamo definire l'OMOTETIA INDIRETTA come la TRASFORMAZIONE che, dato un punto O ed un NUMERO REALE k, NEGATIVO e DIVERSO da ZERO, associa ad ogni punto P del piano, il punto P' allineato con O e P, tali che P e P' siano situati da PARTI OPPOSTE rispetto ad O e tali che il rapporto tra OP' ed OP sia UGUALE al VALORE ASSOLUTO di k.

 

 

Così come abbiamo visto nell'omotetia diretta, anche nell'omotetia indiretta il punto O è detto CENTRO della OMOTETIA, e k è detto RAPPORTO della omotetia o anche CARATTERISTICA. L'omotetia si indica con il simbolo

ωo,k

che si legge

omotetia di centro O e rapporto k

 

 

Nella prossima lezione vedremo come costruire l'omotetia indiretta di una figura piana.

 

 

 

Lezione precedente - Lezione successiva

Indice argomenti sulle trasformazioni geometriche

 

Per comprendere

Tutte le altre lezioni sulle trasformazioni geometriche

 

 

 
 
Lezioni, Esercitazioni e Approfondimenti di matematica e geometria

MATEMATICA:

GEOMETRIA:

GEOMETRIA ANALITICA:

 

 

 
 
www.SchedeDiGeografia.net

wwwStoriaFacile.net

www.EconomiAziendale.net

www.DirittoEconomia.net

www.LeMieScienze

www.MarchegianiOnLine.net

 

 

Il significato dei principali simboli usati in matematica e geometria
 

 

Altro materiale presente presente su LezioniDiMatematica.net
Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681