EQUAZIONI LINEARI IN SENO E COSENO

METODO DELLE FORMULE PARAMETRICHE

Per comprendere meglio questo argomento, leggi prima le seguenti lezioni:
 

Nella lezione precedente abbiamo iniziato a parlare delle EQUAZIONI LINEARI IN SENO E COSENO, cioè delle equazioni che si presentano nella forma:

a sen x + b cos x + c = 0.

e abbiamo visto come si risolvono nel caso in cui c = 0.

In questa lezione andremo a vedere come si risolvono queste equazioni nel caso in cui

c ≠ 0.


Diciamo subito che esistono diversi metodi che ci permettono di risolvere questo tipo di equazioni:


In questa lezione ci occuperemo del metodo delle FORMULE PARAMETRICHE, mentre nelle prossime lezioni andremo a vedere gli altri due metodi.


Le FORMULE PARAMETRICHE ci dicono che:

Risoluzione di equazioni lineari in seno e coseno

e che

Risoluzione di equazioni lineari in seno e coseno

con

t = tan x/2


Sostituiamo queste formule nell'equazione lineare in seno e coseno:

a sen x + b cos x + c = 0

Risoluzione di equazioni lineari in seno e coseno


Otteniamo così un'equazione di secondo grado in un'incongnita, la t.

Una volta risolta questa equazione bisogna ricordarsi che:

t = tan x/2

in modo da sostituire a t il valore trovato ed andare a calcolare il valore di x.


E' importante ricordare che, nel costruire le FORMULE PARAMETRICHE, si deve porre come condizione (per comprenderne il motivo si leggano le lezioni relative alla formula parametrica del seno e del coseno) che

x/2 ≠ π/2 + kπ

da cui segue che:

x ≠ π + 2kπ


Poiché la formula parametrica non è verificata per tale valore, prima di effettuare la trasformazione dell'equazione lineare in seno e coseno, in un'equazione di secondo grado la cui incognita è t, è necessario VERIFICARE se

x = π +2kπ

è o non è una SOLUZIONE dell'equazione lineare in seno e coseno. Se essa è soluzione dell'equazione, allora x = π + 2kπ va aggiunto alle soluzioni che verrano trovate successivamente.


Vediamo, attraverso un esempio, come risolvere questo tipo di equazioni.


Esempio:

-sen x + cos x -1 = 0


Per prima cosa andiamo a verificare se π + 2kπ è o meno soluzione della nostra equazione.

Sostituiamo, al primo membro dell’equazione x = π ed otteniamo:

-sen π + cos π -1 = 0

Andiamo a sostituire al seno e al coseno di π i loro rispettivi valori:

0 -1 -1 ≠ 0

Poiché il valore a primo membro è diverso da zero, π non è soluzione della nostra equazione.


Ora effettuiamo la sostituzione delle formule parametriche nell'equazione data. Ed otteniamo:

Risoluzione di equazioni lineari in seno e coseno


Calcoliamo il minimo comune multiplo ed eseguiamo la somma indicata a primo membro:

Risoluzione di equazioni lineari in seno e coseno

Moltiplichiamo, primo e secondo membro per 1 + t2: non è necessario porre come condizione che 1 + t2 sia diverso da zero, in quanto ciò si verifica sempre poiché il quadrato di un numero è sempre positivo o tutt'al più uguale a zero nel caso in cui t fosse uguale a zero. Aumentando t2 di 1 avremo sempre un numero diverso da zero.

Quindi otteniamo:

- 2t + 1 - t2 -1 - t2 = 0

Eseguiamo la somma algebrica dei termini simili:

-2t - 2t2 = 0


Mettiamo in evidenza -2t ed otteniamo:

-2t (1 + t) = 0


Per la legge di annullamento del prodotto possiamo dire che la nostra equazione è uguale a zero quando:

-2t = 0

oppure quando:

1 + t = 0


Ricordando che:

t = tan x/2

possiamo scrivere:

  • -2t = 0 → t = 0 → tan x/2 = 0 → x/2 = 0 + kπ → x = 2kπ
  • 1 + t = 0 → t = -1 → tan x/2 = -1 → x/2 = 3/4π + kπ → x = (3/2)π + 2kπ

Siamo giunti, così, alle soluzioni della nostra equazione lineare in seno e coseno che sono:

x = 2kπ   ∨   x = (3/2)π + 2kπ



Prima di vedere, nelle prossime lezioni, come è possibile risolvere l'equazione con i metodi del passaggio a sistema e dell'angolo aggiuntivo, vogliamo farvi osservare che esiste anche un ulteriore metodo per la soluzione di un'equazione lineare in seno e coseno: essa consiste nell'applicare la prima relazione fondamentale della goniometria e trasformare il seno in coseno o viceversa, in modo da avere un'equazione nella quale è presente solamente il seno di x o il suo coseno. Tuttavia, questo metodo non viene generalmente seguito perché porta a dover risolvere delle equazioni irrazionali piuttosto complesse.



 
 
 
Il nostro sito collabora ad una ricerca condotta dall'Università dell'Aquila e dall'Università di Pavia sulla didattica della matematica. Ti saremmo grati se volessi dedicarci alcuni minuti rispondendo ad un breve questionario.

Compila il questionario


SchedeDiGeografia.net
StoriaFacile.net
EconomiAziendale.net
DirittoEconomia.net
LeMieScienze.net
MarchegianiOnLine.net