LezioniDiMatematica.net

 

 
Torna alla Home page del sitoIscriviti alla nostra newsletter per essere informato sugli aggiornamenti del sitoContattaci       
   

   
   

 

RADICALI QUADRATICI

 



Per comprendere  

 

Come abbiamo appreso in una delle precedenti lezioni, si chiama RADICE QUADRATA di un NUMERO REALE a POSITIVO O NULLO, il NUMERO REALE b, anch'esso POSITIVO O NULLO, tale che il QUADRATO di b è UGUALE ad a.

In altre parole 

Definizione di radice quadrata

che si legge

radice quadrata di a uguale b 

equivale logicamente a

 b al quadrato uguale a

con

a maggiore o uguale a zero

e

b maggiore o uguale a zero.

 

 

Notiamo che abbiamo posto due condizioni:

a ≥ 0

e

b ≥ 0.

 

Cerchiamo di capirne il motivo partendo dalla prima condizione posta:

a ≥ 0.

 

Abbiamo detto che il RADICANDO a deve essere POSITIVO o NULLO.

Supponiamo di voler trovare la radice quadrata di un numero negativo, ad esempio 

Radice quadrata di -9

In altre parole si tratta di trovare un numero b che, elevato al quadrato, dia -9. Ma questo è impossibile poiché noi sappiamo che il quadrato di un numero, sia esso positivo che negativo, è sempre un numero positivo. Quindi, la RADICE QUADRATA di un NUMERO NEGATIVO, NON ESISTE.

Quindi possiamo dire che

Radice quadrata di -9

è un'espressione priva di significato o non definita.

 

Vediamo ora cosa accade se:

a = 0.

La RADICE QUADRATA di ZERO è uguale a ZERO. Quindi:

Radice quadrata di zero uguale a zero

 

 

Passiamo ad esaminare la seconda condizione:

b ≥ 0.

Immaginiamo di voler determinare la radice quadrata di un numero positivo. Esempio:

Radice quadrata di nove

Esistono due numeri che elevati al quadrato danno come risultato 9. Infatti:

(+3)2 = +9

(-3)2 = +9.

Ora, se accettassimo entrambe le soluzioni, non sapremmo quale dei due risultati scegliere come soluzione. Inoltre, per la proprietà transitiva dell'uguaglianza dovremmo concludere che:

+3 = -3.

Quindi, al fine di evitare il sorgere di equivoci, per convenzione, si sceglie come radice di un numero positivo, un numero anch'esso positivo. Nel nostro esempio:

Radice quadrata di nove uguale +3

 

Avremo, invece che

b = 0

quando

a = 0

dato che

Radice quadrata di zero uguale a zero

 

 

Infine, osserviamo che la RADICE QUADRATA  di un NUMERO REALE POSITIVO ESISTE SEMPRE. Essa sarà:

  • un numero reale positivo RAZIONALE, cioè un numero che può essere rappresentato da una FRAZIONE, nel caso in cui a è il quadrato di un numero razionale;

Esempi:

Radice quadrata di numeri reali positivi

 

  • un numero reale positivo IRRAZIONALE, cioè un numero che  può essere rappresentato da un numero DECIMALE ILLIMITATO  in quanto ha una rappresentazione decimale infinita e non periodica, nel caso in cui a non è il quadrato di un numero razionale

Esempio:

Radice quadrata di numeri reali positivi

 

 

Lezione precedente - Lezione successiva

Indice argomenti sui radicali

 

Per comprendere

Tutte le altre lezioni sui radicali

 

Per approfondire

 


Il nostro sito collabora ad una ricerca condotta dall'Università dell'Aquila e dall'Università di Pavia sulla didattica della matematica.
Ti saremmo grati se volessi dedicarci alcuni minuti rispondendo ad un breve questionario.

Compila il questionario

 
 
Lezioni, Esercitazioni e Approfondimenti di matematica e geometria

MATEMATICA:

GEOMETRIA:

GEOMETRIA ANALITICA:

 

 

 
 
www.SchedeDiGeografia.net

wwwStoriaFacile.net

www.EconomiAziendale.net

www.DirittoEconomia.net

www.LeMieScienze

www.MarchegianiOnLine.net

 

 

Il significato dei principali simboli usati in matematica e geometria
 

 

Altro materiale presente presente su LezioniDiMatematica.net
Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681