TAVOLE DI APPARTENENZA

Per comprendere meglio questo argomento, leggi prima le seguenti lezioni:
 

Occupandoci degli INSIEMI ci troveremo spesso ad eseguire delle operazioni su di essi: l'INTERSEZIONE di due insiemi, l'UNIONE di due insiemi, la DIFFERENZA SEMPLICE di due insiemi, la DIFFERENZA SIMMETRICA, il PRODOTTO CARTESIANO.

Ognuna di queste operazioni gode di alcune proprietà: proprietà dell'idempotenza, proprietà commutativa, proprietà associativa, proprietà distributiva.



Un metodo utilizzato per dimostrare tali PROPRIETA' consiste nell'uso delle cosiddette TAVOLE DI APPARTENENZA simili alle TAVOLE DI VERITA' utilizzate per la dimostrazione delle proprietà delle operazioni nell'ambito della logica matematica.



Le TAVOLE DI APPARTENENZA utilizzate per verificare le relazioni tra insiemi, consistono in tabelle costruite partendo dal presupposto che un qualunque elemento a può appartenere agli insiemi considerati o non appartenere a tali insiemi.

Chiaramente bisognerà tenere conto di tutte le possibili combinazioni che possono verificarsi. Ad esempio, se dobbiamo eseguire un'operazione tra due insiemi A e B, l'elemento a può;

  1. appartenere ad entrambi gli insiemi;
  2. appartenere all'insieme A e non appartenere all'insieme B;
  3. non appartenere all'insieme A e appartenere all'insieme B;
  4. non appartenere a nessuno dei due insiemi.

Ogni volta che incontriamo il simbolo

appartiene

intendiamo dire che l'elemento a appartiene all'insieme considerato.



Mentre quando incontriamo il simbolo

non appartiene

intendiamo dire che l'elemento a non appartiene all'insieme considerato.

 
Per approfondire questo argomento, leggi:
 
 
Il nostro sito collabora ad una ricerca condotta dall'Università dell'Aquila e dall'Università di Pavia sulla didattica della matematica. Ti saremmo grati se volessi dedicarci alcuni minuti rispondendo ad un breve questionario.

Compila il questionario


SchedeDiGeografia.net
StoriaFacile.net
EconomiAziendale.net
DirittoEconomia.net
LeMieScienze.net
MarchegianiOnLine.net