LezioniDiMatematica.net

 
 
 
  Torna alla Home page del sitoIscriviti alla nostra newsletter per essere informato sugli aggiornamenti del sitoContattaci       
     

          

     
     

 

DOMINIO di una FUNZIONE ESPONENZIALE

 

 



Per comprendere  

 

Una FUNZIONE si dice ESPONENZIALE quando la variabile x compare come esponente di una potenza.

 

La forma tipica di una FUNZIONE ESPONENZIALE è la seguente:

y = ax

che si legge

y è uguale ad a elevato ad x.

 

In questo caso la BASE della potenza è una COSTANTE (nel nostro esempio la a) e l'esponente è la variabile x. Per questa ragione la funzione viene detta FUNZIONE ESPONENZIALE A BASE COSTANTE.

La nostra costante a deve essere positiva. Ovvero:

a > 0.

 

Infatti, con la base negativa non avremmo sempre risultati reali.

Se, a dovesse essere uguale ad 1 la funzione sarebbe una costante, cioè y = 1 poiché 1 elevato a qualsiasi valore dà come risultato sempre 1. Quindi il grafico della funzione sarebbe una retta.

In una funzione di questo tipo il CAMPO DI ESISTENZA è dato da qualsiasi x appartenente ai reali.

Quindi possiamo scrivere:

Campo di esistenza uguale a qualunque x appartenente ai reali

che si legge

campo di esistenza uguale a qualunque x appartenente ai reali.

 

Esempio:

y = 7x.

 

La funzione è esponenziale dato che la x compare come esponente di una potenza.

Quindi il campo di esistenza è dato dall'insieme di tutti i numeri reali. Possiamo scrivere:

Campo di esistenza di una funzione esponenziale

che si legge

campo di esistenza uguale all'intervallo aperto da meno infinito a più infinito.

 

 

 

Tuttavia la FUNZIONE ESPONENZIALE si può presentare anche nella forma seguente:

y = aP(x)

che si legge

y è uguale ad a elevato a P con x.

 

Anche in questo caso la BASE della potenza è una COSTANTE (nel nostro esempio la a) e di conseguenza si parla sempre di FUNZIONE ESPONENZIALE A BASE COSTANTE.

Anche in questo caso la base a deve essere maggiore di zero.

Tuttavia in questo caso il CAMPO DI ESISTENZA della funzione sarà uguale al CAMPO DI ESISTENZA di P(x).

 

Esempio 1:

y = 74x+3.

 

La funzione è esponenziale dato che la x compare come esponente di una potenza.

Il campo di esistenza della funzione è uguale al campo di esistenza di

4x + 3.

Il campo di esistenza di 4x + 3 è dato da tutti i numeri reali. Di conseguenza il campo di esistenza della nostra funzione è dato dall'insieme dei numeri reali. 

 

 

Esempio 2:

y = 7(4x+3)/x.

 

La funzione è esponenziale dato che la x compare come esponente di una potenza.

Il campo di esistenza della funzione è uguale al campo di esistenza dell'esponente, ovvero di

4x + 3/x.

Il campo di esistenza di (4x + 3)/x è dato da tutti i numeri reali diversi da zero, dato che nel caso in cui x è uguale a zero il denominatore si annulla.

Di conseguenza il campo di esistenza della nostra funzione è dato dall'insieme dei numeri reali escluso lo zero. Ovvero:

 

Campo di esistenza di una funzione esponenziale

che si legge

campo di esistenza uguale a qualunque x appartenente ai reali tale che x è diverso da zero.

 

 

Infine la FUNZIONE ESPONENZIALE si può presentare anche nella forma seguente:

y = [P(x)]P'(x)

che si legge

y è uguale a P con x elevato a P' con x.

 

In questo caso, a differenza dei precedenti, la BASE della potenza NON E' una COSTANTE: nel nostro esempio essa è P(x). Per questa ragione la funzione viene detta FUNZIONE ESPONENZIALE A BASE VARIABILE.

In questo caso il CAMPO DI ESISTENZA della funzione è dato dai valori di x che rendono positivo P(x) in quanto abbiamo detto che, nel caso in cui la base fosse negativa, potremmo anche non avere risultati reali. Ovvero il CAMPO DI ESISTENZA sarà uguale a:

 

campo di esistenza di una funzione esponenziale a base variabile

che si legge

campo di esistenza uguale a qualunque x appartenente ad R tale che P con x è maggiore di zero.

 

Inoltre, come nel caso precedente, dobbiamo tenere conto anche dell'eventuale campo di esistenza di P'(x).

 

Esempio 1:

y = (x+2)x+3.

 

La funzione è esponenziale dato che la x compare come esponente di una potenza. Il campo di esistenza della funzione è dato dai valori di x che rendono maggiore di zero la base. Cioè:

x+2 > 0

x > -2.

Poiché l'esponente (x+3) ha come campo di esistenza tutti i numeri reali, la nostra funzione ha come campo di esistenza i valori maggiori di -2. Cioè:

campo di esistenza di una funzione esponenziale a base variabile

che si legge

campo di esistenza uguale a qualunque x appartenente ad R tale che x è maggiore di meno 2.

 

Lezione precedente - Lezione successiva

Indice argomenti sulle funzioni reali di variabile reale

 

Per comprendere

Tutte le altre lezioni sulle funzioni reali di variabile reale

 

 

 

Lezioni, Esercitazioni e Approfondimenti di matematica e geometria

MATEMATICA:

GEOMETRIA:

GEOMETRIA ANALITICA:

 

 

 
 
www.SchedeDiGeografia.net

wwwStoriaFacile.net

www.EconomiAziendale.net

www.DirittoEconomia.net

www.LeMieScienze

www.MarchegianiOnLine.net

 

 

Il significato dei principali simboli usati in matematica e geometria

I nostri ebook

 

 

 

 

 

 

 


 

Ripetizioni on line di Economia Aziendale

 


Altro materiale presente presente su LezioniDiMatematica.net
Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681