TRIANGOLO ISOSCELE RETTANGOLO

Per comprendere meglio questo argomento, leggi prima le seguenti lezioni:
 

Nelle lezioni precedenti abbiamo visto che:

  • un TRIANGOLO si dice ISOSCELE se ha DUE LATI CONGRUENTI;
  • un TRIANGOLO si dice RETTANGOLO se ha un ANGOLO RETTO.

TRIANGOLO ISOSCELE
Triangolo isoscele



TRIANGOLO RETTANGOLO
Triangolo rettangolo

Ora può accadere che un triangolo sia al tempo stesso ISOSCELE e RETTANGOLO, cioè che esso abbia:

  • DUE LATI CONGRUENTI;
e
  • UN ANGOLO RETTO.

In questi casi si parla di TRIANGOLO ISOSCELE RETTANGOLO o TRIANGOLO RETTANGOLO ISOSCELE.

Quello che abbiamo disegnato qui sotto è un TRIANGOLO ISOSCELE RETTANGOLO:

Triangolo isoscele rettangolo

L'angolo retto, nel nostro esempio è l'angolo C.

I lati congruenti, nel nostro esempio, sono AC e CB.



Poiché nel triangolo isoscele DUE ANGOLI sono CONGRUENTI, nel TRIANGOLO ISOSCELE RETTANGOLO avremo:

  • UN ANGOLO RETTO (nel nostro caso l'angolo C);
  • DUE ANGOLI CONGRUENTI (nel nostro caso l'angolo A e l'angolo B).

Ora noi sappiamo che la SOMMA DEGLI ANGOLI INTERNI di un triangolo è pari a 180°.

Nel triangolo isoscele rettangolo un angolo misura 90° (l'angolo C), quindi la somma degli altri due angoli misura 90° (angolo A + angolo B), ma poiché tali angoli sono congruenti, per sapere quanto misura ognuno di essi basta dividere 90° per due. Quindi:

90° : 2 = 45°.



Quindi in un TRIANGOLO ISOSCELE RETTANGOLO, un angolo misura 90° e gli altri due misurano ciascuno 45°.

 
 
 
Il nostro sito collabora ad una ricerca condotta dall'Università dell'Aquila e dall'Università di Pavia sulla didattica della matematica. Ti saremmo grati se volessi dedicarci alcuni minuti rispondendo ad un breve questionario.

Compila il questionario


SchedeDiGeografia.net
StoriaFacile.net
EconomiAziendale.net
DirittoEconomia.net
LeMieScienze.net
MarchegianiOnLine.net