PROVA DELLA RADICE QUADRATA

Per comprendere meglio questo argomento, leggi prima le seguenti lezioni:
 

Nella lezione precedente abbiamo visto come è possibile ESTRARRE la RADICE QUADRATA di un numero intero.



Esempio:

Estrazione della radice quadrata di un numero intero

Estrazione della radice quadrata di un numero intero



Abbiamo visto, cioè che radice quadrata approssimata per difetto a meno dell'unità del numero 77.634 è 278 ed il resto dell'operazione è 350.

Ora vogliamo chiederci se abbiamo eseguito correttamente l'operazione di estrazione della radice.



Poiché la radice quadrata è l'operazione inversa rispetto all'elevamento al quadrato, facendo il QUADRATO della RADICE trovata ed AGGIUNGENDO ad esso il RESTO dobbiamo trovare come risultato il RADICANDO.



Esempio:

(278)2 + 350 = 77.284 + 350 = 77.634.



Quindi:

per PROVARE che l'operazione di ESTRAZIONE della RADICE QUADRATA è stata eseguita correttamente dobbiamo fare la SOMMA del QUADRATO della RADICE trovata e dell'eventuale RESTO. Tale somma deve essere UGUALE al RADICANDO.

In caso contrario significa che l'estrazione di radice non è stata eseguita correttamente.



Come è ovvio se il RESTO dell'operazione di ESTRAZIONE della RADICE QUADRATA di un numero èZERO significa che esso è un QUADRATO PERFETTO.



Inoltre va osservato che il RESTO dell'operazione di ESTRAZIONE della RADICE QUADRATA non deve mai essere SUPERIORE rispetto al DOPPIO della RADICE trovata.

 
 
 
Il nostro sito collabora ad una ricerca condotta dall'Università dell'Aquila e dall'Università di Pavia sulla didattica della matematica. Ti saremmo grati se volessi dedicarci alcuni minuti rispondendo ad un breve questionario.

Compila il questionario


SchedeDiGeografia.net
StoriaFacile.net
EconomiAziendale.net
DirittoEconomia.net
LeMieScienze.net
MarchegianiOnLine.net