DISEQUAZIONI RAZIONALI INTERE DI SECONDO GRADO

Per comprendere meglio questo argomento, leggi prima le seguenti lezioni:
 

Parliamo di DISEQUAZIONI RAZIONALI INTERE DI SECONDO GRADO quando ci troviamo di fronte ad una DISEQUAZIONE nella quale:

  • l'INCOGNITA non compare sotto il segno di RADICE (in questo caso si parla, infatti, di disequazione RAZIONALE);
  • l'INCOGNITA non compare a DENOMINATORE della frazione (in questo caso si parla, infatti, di disequazione INTERA).

Le DISEQUAZIONI RAZIONALI INTERE DI SECONDO GRADO possono essere ricondotte, applicando le regole per ottenere disequazioni equivalenti alla FORMA TIPICA:

ax2 + bx + c < 0

oppure

ax2 + bx + c > 0.



Come abbiamo già detto, nella lezione precedente, al posto del segno minore (<) o del segno maggiore (>) potremo trovare anche il segno minore o uguale () oppure il segno maggiore o uguale ().



Risolvere una disequazione ridotta a forma normale significa determinare per quali valori di x assume:

  • VALORI NEGATIVI - se il segno della disequazione è <;
  • VALORI NEGATIVI o al più NULLI- se il segno della disequazione è ;
  • VALORI POSITIVI - se il segno della disequazione è >;
  • VALORI POSITIVI o al più NULLI- se il segno della disequazione è .

Nella lezione successiva vedremo come si risolve una DISEQUAZIONE RAZIONALE INTERA DI SECONDO GRADO.

 
Per approfondire questo argomento, leggi:
 
 
 
Il nostro sito collabora ad una ricerca condotta dall'Università dell'Aquila e dall'Università di Pavia sulla didattica della matematica. Ti saremmo grati se volessi dedicarci alcuni minuti rispondendo ad un breve questionario.

Compila il questionario


SchedeDiGeografia.net
StoriaFacile.net
EconomiAziendale.net
DirittoEconomia.net
LeMieScienze.net
MarchegianiOnLine.net