USO DELLE TAVOLE PER IL CALCOLO DELLE POTENZE

Per comprendere meglio questo argomento, leggi prima le seguenti lezioni:
 

In fondo ai libri di matematica e di geometria, molto spesso potete trovate delle TAVOLE per il CALCOLO DELLE POTENZE.

Anche sul nostro sito potete trovare una di queste tavole.

Cerchiamo di capire cosa sono e come si usano.

Esse riportano i QUADRATI e i CUBI dei primi 1.000 NUMERI INTERNI.

Usando queste tavole, quindi, possiamo calcolare facilmente il quadrato o il cubo di un numero compreso tra 1 e 1.000.



Nelle tavole presenti sui libri di matematica troviamo 5 colonne:

  • la prima indica il numero in questione n compreso tra 1 e 1.000;
  • la seconda e la terza riportano, rispettivamente, il quadrato n2 e il cubo n3 di quel numero;
  • la quarta e la quinta colonna, riportano rispettivamente la radice quadrata radice quadrata di n e la radice cubica radice cubica di n di quel numero.

Nelle tavole riportate sul nostro sito trovate solamente le prime tre colonne che sono quelle che ci interessano per quanto riguarda le potenze. Mentre in una tavola a parte abbiamo indicato le radici dei primi mille numeri interi.

Come si usano queste tavole?

Supponiamo di voler calcolare il QUADRATO del numero 481.

Prendiamo la nostra tavola e cerchiamo sulla prima colonna, quella contrassegnata con la n, il numero 481.

Uso delle tavole delle potenze



Il quadrato che noi stiamo cercando lo troviamo scritto nella seconda colonna, quella contrassegnata da n2 e, dunque, esso è pari a 231.361.

Uso delle Tavole delle Potenze



Se, invece, avessimo voluto calcolare il cubo del numero 481 avremmo dovuto leggere il risultato che compare nella terza colonna, quella contrassegnata da n3 e, dunque, esso è pari a 111.284.641.

Uso delle Tavole delle Potenze



Queste tavole, come è ovvio, possono essere utilizzate per il calcolo delle potenze dei numeri compresi tra 1 e 1.000. Esse, però, servono anche per il calcolo delle POTENZE DEI NUMERI DECIMALI.

Immaginiamo di voler calcolare il quadrato di un NUMERO decimale.



Esempio:

(13,8)2.

Togliamo la virgola al nostro numero: per fare questo dobbiamo spostare la virgola verso destra di 1 posto. Ora cerchiamo il quadrato del numero 138: esso è 19.044. Ora dobbiamo staccare dal risultato un NUMERO DI CIFRE DECIMALI pari al DOPPIO di quelle del numero dato.

Nel nostro caso abbiamo inizialmente spostato la virgola di un posto, quindi, ora dobbiamo staccare dal risultato 2 cifre decimali (2x1). Quindi, il nostro risultato sarà

190,44.



Vediamo un altro esempio.



(0,128)2.

Spostiamo la virgola verso sinistra di 3 posti e cerchiamo il quadrato di 128. Esso è 16.384.

Ora stacchiamo dal risultato 6 cifre decimali (2x3). Quindi il risultato è:

0,016384.



 
Esercizi su questo argomento:
 
 
Il nostro sito collabora ad una ricerca condotta dall'Università dell'Aquila e dall'Università di Pavia sulla didattica della matematica. Ti saremmo grati se volessi dedicarci alcuni minuti rispondendo ad un breve questionario.

Compila il questionario


SchedeDiGeografia.net
StoriaFacile.net
EconomiAziendale.net
DirittoEconomia.net
LeMieScienze.net
MarchegianiOnLine.net