MATRICE QUADRATA

Per comprendere meglio questo argomento, leggi prima le seguenti lezioni:
 

Una MATRICE che ha un NUMERO DI RIGHE UGUALE al NUMERO DELLE COLONNE prende il nome di MATRICE QUADRATA.

Esempio:

Matrici



Nel nostro esempio la matrice A ha 3 righe e 3 colonne. Quindi, essendo il numero delle righe uguale al numero delle colonne, la matrice A è una MATRICE QUADRATA.



Se indichiamo con n il NUMERO DELLE RIGHE della matrice e, quindi anche il NUMERO DELLE COLONNE della stessa, diremo che essa è di ORDINE n.

Nel nostro esempio, la matrice A, è di ordine 3.



In una MATRICE QUADRATA gli elementi aij tali che

i = j

si dicono appartenere alla DIAGONALE PRINCIPALE della matrice.



Torniamo alla nostra matrice. Gli elementi disposti sulla:

  • prima riga e prima colonna (cioè il 2);
  • seconda riga e seconda colonna (cioè l'1);
  • terza riga e terza colonna (cioè il 7)

appartengono alla diagonale principale della matrice.


Diagonale principale



Gli elementi che si trovano al di fuori della diagonale principale si dicono ELEMENTI EXTRADIAGONALE.



Invece, sempre nella nostra MATRICE QUADRATA, gli elementi aij tali che

j =n-i +1

si dicono appartenere alla DIAGONALE SECONDARIA o ANTIDIAGONALE della matrice.

Torniamo al nostro esempio, dove

n = 3.

Gli elementi disposti sulla:

  • prima riga (i = 1) e terza colonna (j = 3-1+1 = 3), cioè il 5;
  • seconda riga (i = 2) e seconda colonna (j = 3-2+1 = 2), cioè l'1;
  • terza riga (i = 3) e prima colonna (j = 3-3+1 = 1), cioè il 6;

appartengono alla diagonale secondaria della matrice.

Diagonale secondaria

 
 
Il nostro sito collabora ad una ricerca condotta dall'Università dell'Aquila e dall'Università di Pavia sulla didattica della matematica. Ti saremmo grati se volessi dedicarci alcuni minuti rispondendo ad un breve questionario.

Compila il questionario


SchedeDiGeografia.net
StoriaFacile.net
EconomiAziendale.net
DirittoEconomia.net
LeMieScienze.net
MarchegianiOnLine.net